Resoconto incontro 5 dicembre 2011

Lunedì Roberto Attolini ed io abbiamo incontrato Deborah Lucchetti presso la cooperativa Fair[1] per un aggiornamento sul percorso della “Rete Ligure per l’altraeconomia e gli stili di vita responsabili”[2], rete di associazioni e gruppi che, tra le altre cose organizza la fiera “Fa’ la cosa giusta!”[3]. Deborah ci ha spiegato che la rete, pur avendo un percorso preferenziale per la redazione di una legge attraverso un tavolo che coinvolge più assessori, ha assunto una posizione conflittuale verso la giunta regionale: per evitare ipocrisie, la rete non accetta che la Regione da un lato accetti di promuovere qualche piccola esperienza di economia solidale e dall’altro avvalli una grande opera come la gronda (tanto per fare un esempio). Detto questo, il percorso della legge non si è fermato.

Dal nostro punto di vista abbiamo manifestato una non chiarezza negli obiettivi e negli strumenti. L’unico obiettivo che abbiamo veramente condiviso è quello di promuovere il software libero, ma non abbiamo obiettivi misurabili. Anche sullo strumento non c’è chiarezza: una legge? Un regolamento? Roberto in particolare ha messo in evidenza che le PA hanno delle risorse interne che non sono sufficienti a rispondere alle esigenze di una migrazione al software libero e anche su questo abbiamo bisogno di confrontarci: vogliamo che in ogni PA ci siano gli sviluppatori o vogliamo promuovere un mercato in cui possano entrare aziende italiane (invece che multinazionali estere)?

Deborah ci ha invitato a:

1. individuare esempi di eccellenza (come il Galliera)

2. fare proposte che, in questi tempi in cui bisogna tirare la cinghia, permettano alle PA di risparmiare passando al FLOSS, magari quantificando anche grossolanamente questo risparmio e prospettando una possibile soluzione

3. individuare obiettivi misurabili (es. percentuali di macchine delle PA liguri essere passate al FLOSS: 30% entro il 2015, 50% entro il 2017, ecc…)

Roberto ed io abbiamo convenuto che c’è bisogno di incontrarci e fare chiarezza, e di provare a coinvolgere più persone.
[1] cooperativa fair: http://www.faircoop.it/

[2] sulla rete IF per adesso ho trovato solo questo riferimento, aspettiamo l’annuncio del sito da Deborah: http://it-it.facebook.com/istruzioniperilfuturo

[3] la fiera “Fa’ la cosa giusta”: http://falacosagiusta.org/liguria/

— Ciao, Cristiano

You may also like...